REGISTRATI   |  
   

RSS  


Le Chiese
Share |

CHIESA ANIME SANTE

Già prima del 1838, esisteva una Cappella isolata, di piccole dimensioni , che sorgeva sulla vecchia trazzera ( attuale via Roma) che ad opera della Congregazione delle Anime Sante, nel 1850, fu trasformata in Chiesetta . Dal 1855 invalse l’ uso di seppellirvi i morti , così come si faceva per la Chiesa dell’ Immacolata, uso che cessò verso il 1876, quando cioè i morti cominciarono ad essere seppelliti sull’ Eremo di S. Cosma e Damiano, a mezza costa del Monte Jato. Nel 1900 fu allungata per allinearne il fronte con i fabbricati che andavano sorgendo lungo la via.

CHIESA MARIA SS. DELLE GRAZIE GIA’ MARIA SS. IMMACOLATA

Nel 1839 circa 1000 persone abitano nella nuova borgata. Si legge nel documento storico conservato negli archivi storici della Parrocchia del 19/6/1897 : “….Egli è nell’ ordine di natura che là ove si impianta un gruppo di famiglie, debba sorgere un Altare per l’ Adorazione della Divinità; e quel popolo disastrato, mentre impiegava sei giorni alla fabbricazione delle proprie case, dedicava il settimo alla edificazione della sua Chiesa.

Era uno spettacolo meraviglioso il vedere Uomini e Donne, Vecchi e Fanciulli apprestare ognuno l’opera sua, contribuire materiali e denaro per quello edificio, che in meno di due anni fu condotto a compimento.”

 Non fu certo un tempio maestoso, cui non sarebbe bastato né il tempo né le risorse impiegatevi, fu però una Chiesetta, che tendeva a gareggiare con l’ altra Chiesa, che si erigeva in San Giuseppe, con il titolo di novella Madrice.

Detta chiesa viene intitolata al nome di Maria S.S. Immacolata . Durante il Parrocato dell’ Arciprete Vicari ed esattamente negli anni 40, la Chiesetta, ormai ultracentenaria, viene restaurata all’ interno e il suo prospetto viene abbellito nello stile architettonico secondo il progetto redatto dal giovane ingegnere Angelo Roppolo
 
CHIESA DELLA PROVVIDENZA

Sulla via Garibaldi ex via Corleone già Corinto , nel 1892, ad opera e spese dei Coniugi Alfano Vincenzo e Vicari Maria e con il concorso dei fedeli, fu edificata una Chiesetta intitolata a Maria SS. Della Provvidenza. Nel 1971 e 2000 sono stati operati in essa dei piccoli restauri

 

CHIESA MADRE MARIA SS. IMMACOLATA
La Costruzione dell’ anno 1875 al 1901

Iniziati , con offerte dei fedeli, i lavori di scavo e di costruzione delle fondamenta portate sino a fior di terra, si arrivò al 1880, anno in cui , sentito maggiormente il bisogno di un tempio più vasto per l’ aumentato numero degli abitanti, si diede incarico all’ Architetto Viola di seguire i lavori in base al primitivo progetto.

Il Viola però, secondando il suo amor proprio, elevò i muri perimetrali fino all’ altezza approssimativa di tre metri variando il disegno del prospetto ad insaputa della deputazione della fabbrica, per cui i lavori furono definitivamente sospesi. Si deve arrivare all’ Ottobre del 1901 perché i notabili del Paese arrivino alla determinazione di riprendere i lavori seguendo per la costruzione perimetrale il primitivo progetto di Fra Serafino e per il muro di prospetto il disegno dell’ architetto Viola.
Dall’ anno 1901 al 1959
 
I Parroci che si sono succeduti dalla fondazione della Parrocchia ( 1901) fino al 1959 non hanno risparmiato energia ed interesse perché fosse completata la edificazione del costruendo Tempio. Tutte le offerte dei Fedeli vengono convogliate a tale scopo e così vengono elevati i muri all’ altezza dei porticati e gettate le arcate principali nell’ interno. Nel 1952 intanto per incarico dell’ Arciprete Vicari, furono preparati diversi progetti, sia dall’ Ing. Vincenzo Luparello, sia dall’ Ing. Angelo Roppolo. I lavori però andarono a rilento, e per l’ iter burocratico delle pratiche e per la presentazione di progetti di indiscussa bellezza e di raffinato gusto artistico ma forse troppo audaci e molto costosi. Si arriverà così al 1958 –1959 quando dietro finanziamento statale, furono portati a compimento i muri e la copertura.
 
La prima Cerimonia Religiosa

Nel 1960 la Chiesa Madre si presentava ai Sancipirellesi nella sua struttura essenziale i muri non rivestiti di intonaco, le finestre senza imposte, il pavimento di terra battuta, porte di accesso rudimentali. Ma fu in quell’anno che l’ iniziativa dell’ Arciprete Geraci e la bontà dell’ Arcivescovo Monsignor Carpino permisero una tacita seppure momentanea apertura al culto del nuovo Tempio. Si tenne infatti nella Chiesa Madre la prima Cerimonia Religiosa. Era il 19 Settembre 1960 , a 232 ragazzi è stata amministrata la Santa Cresima
Completamento dell’ opera

Dall’ anno 1965 si sono realizzate quelle opere di rifinitura necessarie per il decoro e per il funzionamento della Chiesa quale centro Parrocchiale. Si provvede così agli intonaci delle mura interne; alla pavimentazione centrale; alla collocazione dell’ Altare Centrale; alla pavimentazione delle due navate laterali e sistemazioni gradini per la sedia del Celebrante; all’ ambone al fonte Battesimale, e al supporto del Cereo Pasquale; ai due Confessionali in legno douglas e alla zoccolatura in marmo rosso di Piana; alla sistemazione del locale adibito a nuova dimora del Parroco; alla sistemazione del locale accanto alla Cappella del Santissimo ; alla pitturazione delle mura interne in ducotone lavabile; all’ arricchimento delle finestre con invetriate colorate ad opera dell’artista Prof. Silvio Fobert; alla costruzione del locale che è nel lato destro della Chiesa eall’inizio dei lavori per la torre campanaria; al rivestimento della facciata in romanico; ai 42 banchi tutti offerti dai Fedeli; al Crocifisso di cm. 250 scolpito in legno di tiglio, posto nell’ Abside centrale relativa Croce; all’ Altare della Madonna realizzato con le offerte della Peregrinatio Mariae; all’ Altare di San Giuseppe realizzato dietro interessamento della Congregazione e con le offerte dei Fedeli. La Chiesa Madre è stata aperta al culto nel 1967 per il servizio domenicale e festivo; ed infine definitivamente aperta, una volta arricchita di quanto necessita alla vita della Parrocchia, nell’ Ottobre del 1972.

 


 

LUOGHI ATTIVI DI CULTO

Chiesa Madre Maria SS. Immacolata - Piazza Madrice

          Santa Messa Giorni feriali ore 18.00 Domenica     ore 9.30 - 11.30 – 18.00

Chiesa Maria SS. Provvidenza – Via Garibaldi

         Ogni 2° Giovedì del mese, messa alle ore 18.30
      Festa della Madonna della Provvidenza 18/19/20/21 Luglio, messa alle ore 18.00
     
Chiesa Anime Sante – Via Roma

     Ogni 4° Giovedì del mese , santa messa alle ore 18.30
     13 Maggio - Festa della Madonna di Fatima, santa messa alle ore 18,00
     Festa della Madonna del Carmelo 13/14/15/16 Luglio, Santa messa alle ore 18.00

      Arciprete Don Renzo Cannella – Tel. 091 8572173


pubblicato in data: 22/03/2010 23:37:33    :8133


Comune di Sancipirello (PA) - Corso Trieste n. 30 - 90048 - Tel. 0918581000 - FAX 0918572305 Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione Gianni Messina